Descrizione Progetto

Chiapperini Luigi

Docente

Insegnamenti (Sede di Padova)

Email istituzionale

PROFILO

Ufficiale della specialità lagunari, è nato a Terlizzi il 18 ottobre 1962. Ha frequentato la Scuola Militare “Nunziatella” e nel 1983, al termine della frequenza del 163° Corso dell’Accademia Militare di Modena, è stato nominato Sottotenente. Ha frequentato il 120° Corso di Stato Maggiore, il 120° Corso Superiore di Stato Maggiore ed il 4° Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze. È laureato in Scienze Diplomatiche ed Internazionali e in Scienze Strategiche, di cui ha conseguito il Master di II livello.

Da Ufficiale subalterno ha ricoperto incarichi di comando e di staff presso il Reggimento Lagunari “Serenissima” in Venezia, quale Comandante di plotone e compagnia, partecipando ad esercitazioni con US Marine Corps, UK Royal Marines ed Esercito Argentino. È stato anche Comandante di plotone Allievi Ufficiali presso l’Accademia Militare di Modena.

Ha ricoperto dal 1998 al 2000 in Germania l’incarico di Ufficiale addetto ai piani (G3 Plans) presso l’ARRC (il Comando Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO a guida britannica) e con tale incarico, nel 1999, ha partecipato alle operazioni in FYROM (Macedonia del Nord) e in Kosovo nel Comando KFOR. Sempre in ambito NATO, presso il Comando Corpo d’Armata di Reazione Rapida a guida nazionale di Solbiate Olona (NRDC-ITA), ha preso parte nel 2006 alla missione ISAF in Afghanistan in qualità di Military Assistant del Comandante.

Ha comandato il battaglione ed il reggimento lagunari “Serenissima”. Alla guida dei suoi Lagunari ha partecipato nel 2001, per la seconda volta ed in qualità di Comandante di battaglione, alle operazioni in Kosovo e, nel 2006-2007, alla missione UNIFIL in Libano, come comandante di ITALBATT1, Task Force dell’Esercito che ha dato avvio alla missione.
Sul territorio nazionale ha preso parte alle operazioni “Vespri Siciliani” in Sicilia e “Forza Paris” in Sardegna. Inoltre, in qualità di Capo Sala Operativa dello SME (Stato Maggiore dell’Esercito), ha pianificato e coordinato l’intervento delle forze terrestri nella missione “Domino” a seguito dei noti eventi dell’11 settembre 2001.

Sempre allo SME, da maggio 2008 a settembre 2011 ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Piani. Dal 2011 al 2013, con il grado di Generale di Brigata, ha comandato la Brigata bersaglieri “Garibaldi” con la quale, nel 2012, si è schierato in Afghanistan in qualità di Comandante del contingente multinazionale NATO dell’Area Ovest (ISAF Regional Command West Commander). Dal 2013 al febbraio 2015 ha prestato servizio presso lo Stato Maggiore Difesa con l’incarico di Vice Capo del III Reparto delle Aree Pianificazione Generale e Direzione Strategica / Politica delle Alleanze (NATO e UE).
Da marzo 2015 ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano con la responsabilità, tra l’altro, della pubblica informazione e comunicazione della Forza Armata.

Il 1° luglio 2015 viene promosso Generale di Divisione. Ha lasciato il servizio attivo per motivi sanitari il 23 ottobre 2015 ed in pari data è stato promosso Generale di Corpo d’Armata.

Dal 3 aprile 2016 è Presidente nazionale dell’Associazione Lagunari Truppe Anfibie (A.L.T.A.).

Ha continuato a collaborare con le Forze Armate in qualità di mentor in varie esercitazioni e corsi, scrivendo peraltro alcuni articoli per la Rivista Militare ed editoriali per riviste specializzate.

Dal 2019 è membro del Centro Studi dell’Esercito, per il quale è stato relatore e collaboratore per una serie di studi sulle Forze Armate. Inoltre, dal 2020 è membro del Consiglio di Indirizzo dell’Ente Editoriale per l’Esercito. Nel 2021 ha avviato la collaborazione a termine con il Campus CIELS di Padova.
Decorazioni: Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia, Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Croce d’argento al Merito dell’Esercito, Medaglia Mauriziana, Medaglia d’Oro d’Onore della Difesa Francese, Medaglia d’Argento al Valore dell’Esercito libanese, Medaglia “BARYAL” della Repubblica Afghana, Medaglia al Merito della Repubblica Lituana, Medaglia d’Argento al Merito di Lungo Comando, Medaglie NATO per le missioni in Macedonia del Nord, Kosovo e Afghanistan e Medaglia ONU per la missione in Libano.